Videodanza.

Progetto, performance, postproduzione: Elena Maria Olivero.
Riprese e consulenza tecnica: Manuel Giordano.
Musica: Eniac.

Se la danza è corpo in relazione a spazio e tempo, grazie all’incontro con gli strumenti delle arti visuali è possibile orchestrare ulteriormente questi elementi in un gioco di frammentazione e dialogo fra percettibile e impercettibile. Prendendo spunto dal dipinto “La firma in bianco” di Magritte, ci si interroga sulle possibilità della visione. Alla ricerca del cavallo fuggito dal quadro.